Archivi tag: Mining systems

Vecchi e nuovi dati sulle miniere di selce di Monte Tabuto (Ragusa). Riesame della documentazione e ricostruzione dei contesti

RIASSUNTO – Quello dell’archeologia mineraria è un settore da sempre caratterizzato da una forte componente regionale: le aree storicamente di interesse per la nascita dell’archeologia mineraria sono collocate principalmente nel nord Europa (Belgio, Olanda, Francia settentrionale, Gran Bretagna), dove il settore di studio prende avvio già nella metà dell’Ottocento. Per quanto riguarda la situazione italiana, le brevi parentesi più antiche sono solo quelle di Monte Tabuto in Sicilia (1898) e di Tagliacantoni in Puglia (1934). Solo a partire dalla fine degli anni Ottanta del secolo scorso si assiste a una ripresa sempre più consistente dell’argomento con le cave eneolitiche della Valle di Lagorara in Liguria e soprattutto negli anni Novanta con l’avvio di indagini sistematiche nel grande distretto minerario del Gargano. Il presente lavoro vuole inserirsi all’interno di questa spinta scientifica e fornire un piccolo contributo nel campo dell’archeologia mineraria in Italia, proprio a partire da una di quelle rare antiche parentesi che abbiamo menzionato: le miniere di selce di Monte Tabuto (Ragusa). Questo lavoro procede seguendo due fasi principali: il riesame di tutti i dati di archivio e lo studio della grande quantità di materiale ceramico rinvenuto nelle grotte-miniere. La lettura dei diari di scavo e il confronto con i dati pubblicati evidenzieranno discrepanze significative degne di essere approfondite. L’analisi del materiale ceramico e la ricostruzione dei contesti ci aiuteranno a definire meglio l’importantissima questione delle fasi funzionali e cronologiche delle grotte al fine di ottenere una comprensione globale del sito.

SUMMARY – Mining Archaeology is a specific field marked by a hard regional component: the areas historically involved in the origins of mining archaeology are placed in Northern Europe (Belgium, Netherlands, Northern France, Great Britain). In these countries mining archaeology starts in the mid 1800s. Instead in Italy we have just little brackets with two mining sites: Monte Tabuto in Sicily (1898) and Tagliacantoni in Apulia. Just since the late 1980s we can see this mining aspect having more importance in archeological studies thanks to the researches in the Eneolithic quarries of Valle di Lagorara in Liguria and mostly thanks to the start of systematic researches in the mining districts of Gargano in 1990s. This work wants to be a little contribution for the Italian mining archaeology’s studies and it focuses on one of those ancient brackets in Italy: the flint mines of Monte Tabuto (Ragusa). This work goes through two main phases: the analysis of all the available data and the study of the large amounts of ceramic materials found inside the caves. The reading of excavation journals and the comparison with published data will stress significant differences which it is very important to study in deep. The analysis of pottery and the reconstruction of contexts will help to define a very important point: the functional and chronological phases of these caves. Continua a leggere

Pubblicato in Calabrò Barbara | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento