Archivi tag: fortificazioni

Architettura militare e sviluppo insediativo a Kastritsa in Molossia. Status quaestionis e spunti di riflessione

RIASSUNTO – Il sito archeologico di Kastritsa sorge su una collina situata a sud-est del lago di Pamvotis. La sua presenza è nota da tempo grazie al possente circuito murario in gran parte conservato. L’architettura di quest’ultimo, la planimetria delle torri e delle porte rispondono perfettamente alle esigenze difensive della poliorcetica greca, specialmente quella di età ellenistica, quando diventò sempre più necessario adottare innovazioni architettoniche in grado di competere con le nuove tecniche di assedio e assalto. Se questo aspetto è bene evidente, anche grazie ai recenti lavori svolti dall’Eforia di Ioannina, più difficile è chiarirne lo sviluppo insediativo e soprattutto la sua cronologia. Le indagini stratigrafiche, infatti, finora hanno interessato solo una minima parte del sito e se è possibile riconoscere un momento di forte crescita tra il III e il II secolo a.C., le fasi precedenti restano più oscure. Tuttavia, partendo dai dati editi e dall’analisi della cinta muraria è possibile fare alcune considerazioni di carattere generale.

SUMMARY – The archaeological site of Kastritsa is located on the top of the hill to the south-east of Lake Pamvotis. Its existence has been known for a long time because of its fortifications. The architecture, the plans of the towers and gates are built according to the latest innovations of Greek polyorcetics, especially as regards the Hellenistic period. These aspects are visible thanks to the activity of the Ephorate of Ioannina, however, it is more difficult to understand the development of the settlement and its chronology. Only a small part of the site was investigated by archaeological and stratigraphic excavations, that offered a chronology around the 3rd and 2nd centuries BC. Starting from the published data and the analysis of the walls it is possible to make some general considerations. Continua a leggere

Pubblicato in Gerogiannis Gian Michele | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Le fortificazioni di Agrigento: lo studio di Porta VI e Porta VII per una nuova proposta interpretativa

RIASSUNTO – La monarchia esercitata da Agatocle in Sicilia tra la fine del IV e l’inizio del III secolo a.C. inserì la Sicilia nell’orizzonte mediterraneo dei regni ellenistici. La riflessione storica e l’osservazione di alcune testimonianze archeologiche rilevano quanto la stagione del basileus sia stata foriera di un modo nuovo di considerare le città come espressione
di potere e ideologia. Partendo da riflessioni sulla poliorcetica e sul contesto storico, il contributo presenta gli esiti di una ricerca condotta sulle fortificazioni di Agrigento proponendo una nuova interpretazione e una ricostruzione teorica dei sistemi di Porta VI e Porta VII, analizzate nell’ambito di una rilettura complessiva dei due impianti alla luce di un
confronto puntuale con le sistemazioni riferibili ad Agatocle del sistema difensivo di Segesta. Il confronto con questo centro e con le opere dovute al monarca presso il Castello Eurialo di Siracusa, e alla Porta nord di Selinunte, le analogie riscontrabili nella disposizione e nel funzionamento di altri sistemi difensivi presenti in Sicilia, Magna Grecia ed Epiro, consentono di proporre una rilettura degli impianti agrigentini che inserisce il sistema difensivo della città nella koinè architettonica che sempre più gli studi riscontrano nell’ambito di un ellenismo di marca occidentale.

SUMMARY – Between the end of the IV and the beginning of III century BC, Agathokles ruled Sicily as monarch and connected the island with the other Hellenistic reigns. Historical considerations and archeological evidences take notice that the basileiameans a new way of considering cities as expressions of power and ideology. Starting from observation about polyorcetics in the historical context, this paper presents the result of a research carried out on the fortifications of Akragas, proposing a new interpretation and a theoretical reconstruction of the systems of Porta VI and Porta VII, analyzed in the context of a complex re-reading of the two gates in the light of a punctual comparison with the arrangements referable to Agathokles of the Segesta defense system. The comparison goes on with the works due to the monarch at the Eurialo Fortress at Syracuse, and at the North Gate of Selinous; moreover similarities are found in the arrangement of other defensive systems in Sicily, Magna Graecia and Epirus. These considerations allow to propose a reinterpretation of the akragantines gates that insert the city’s defensive system into the architectural koinè that recent studies are finding in the context of the Western Greek Hellenism. Continua a leggere

Pubblicato in Falco Davide | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Fortificazioni e società nel Mediterraneo occidentale

Il convegno ha avuto luogo nelle splendide città di Catania e Siracusa, nei giorni 14, 15 e 16 febbraio del 2019. L’esposizione dei lavori è stata articolata in varie sessioni, ciascuna dedicata a una differente area geografica e/o cronologica. Ciò … Continua a leggere

Contrassegnato , , , , , , , | Commenti disabilitati su Fortificazioni e società nel Mediterraneo occidentale