Archivi tag: età arcaica

Messina: nuovi dati sull’impianto urbano di fine VI-V secolo a.C.

Scarica l’articolo in PDF RIASSUNTO – In questo contributo è presentato in forma preliminare lo studio di un contesto abitativo inedito del sito di Messina, individuato dalla Soprintendenza della stessa città nel corso di una campagna di scavo preventivo svoltasi … Continua a leggere

Pubblicato in Calanni Marzia | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Tecniche e sintassi decorativa della ceramica indigena degli insediamenti della valle del Belìce tra l’Età del Ferro e l’Età Arcaica

RIASSUNTO – La scelta dei siti dell’area belicina, per un’analisi tipologica comparata dei motivi decorativi della ceramica indigena a decorazione incisa, impressa e dipinta, ha come obiettivo quello di inquadrare le peculiarità di quest’area, partendo dallo studio di una classe ceramica che meglio di tutte evidenzia l’aspetto “etnico” degli elementi caratterizzanti le due culture, che in quest’area si incontrano, si scontrano e si fondono: quella sicana e quella elima. È in questo contesto geografico che il fiume Belice costituisce una sorta di baricentro entro cui gravitano una serie di insediamenti, posti al confine tra le due aree tradizionalmente attribuite come “sicana” ed “elima”, un’area di interazione tra componenti autoctone e allogene. L’esistenza di un background culturale indigeno entro cui si inseriscono elementi allogeni sembrerebbe confermato soprattutto dalla classe della ceramica incisa ed impressa, ed in parte anche da quella dipinta più influenzata dal mondo coloniale greco, che mostra fortissimi legami con la produzione sicana della Sicilia centrale, in particolare con lo stile di Sant’Angelo Muxaro-Polizzello.

SUMMARY – The paper aims to analyze the indigenous ceramic with engraved, imprinted and painted decoration of the area of Belice; the comparative typological analysis of the decorative motifs has the objective of investigating the peculiarities of this production, starting from the study of a class ceramic that best of all the “ethnic” highlights of the elements characterizing the two cultures, in this area they meet, collide and merge: the Sicanian one and the Elymian one. The geographical context around the Belice river, that constitues the geographical center of a settlement system between the “sicana” and “elima” areas. The existence of an indigenous cultural background within which alien elements are inserted would seem confirmed above all by the class of engraved and impressed ceramics, and also by the painted one most influenced by the Greek colonial world, which shows strong links with the Sicilian production of central Sicily, in particular with the style of Sant’Angelo Muxaro-Polizzello. Continua a leggere

Pubblicato in Arrabito Simona | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

L’insediamento arcaico sulla Montagna di Ramacca: la casa RM

RIASSUNTO – Nell’insediamento indigeno sulla Montagna di Ramacca (Catania, Sicilia) durante gli scavi effettuati negli anni Ottanta è stata individuata la casa RM, i cui materiali sono databili tra la fine del VII e gli inizi del VI sec. a.C. Il confronto tra questa abitazione e altri edifici arcaici dello stesso centro permette di percepire i cambiamenti che si sono verificati nell’architettura domestica tra modelli tradizionali e nuovi apporti dovuti ai contatti con il mondo coloniale.

SUMMARY – In the indigenous settlement of the Montagna near Ramacca (Catania, Sicily), during the excavations in the 80s, an habitation (“casa RM”) was found, with materials dating from the end of the VII to the beginning of the VI century B.C. The comparison between this structure and other archaic buildings located in this centre allows to focalize the changes in the domestic architecture, between traditional models and new influences deriving from the colonial world. Continua a leggere

Pubblicato in Albanese Procelli Rosa Maria, Procelli Enrico | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Nuovi dati e antiche ceramiche da Kyme eolica: produzioni locali e rotte commerciali tra l’età geometrica ed il VI secolo a.C.

RIASSUNTO – Sulla scorta delle fonti letterarie, la data di fondazione dell’antica città di Kyme è tradizionalmente posta tra la fine del XII e la metà dell’XI secolo a.C. In oltre un secolo di ricerche nel sito, tuttavia, anche a causa della preminenza dei resti monumentali della città d’età ellenistica e imperiale, i livelli d’età arcaica sono stati indagati in misura molto limitata e l’attestazione delle fasi più antiche, documentata quasi esclusivamente da materiali ceramici, rimane pertanto ancorata a notizie frammentarie. Gli scavi condotti sulla Collina Sud hanno a più riprese raggiunto gli strati arcaici sottostanti la domus d’età imperiale che occupa l’area. Una disamina dei recenti rinvenimenti ceramici, che per la prima volta consentono di affrontare alla luce di una documentazione affidabile il problema della cronologia dei primi materiali attestati a Kyme risalendo fino alla fase finale del Protogeometrico, unita ad una considerazione d’insieme dei dati già noti, permette di fare luce sull’artigianato locale e sulla rete di relazioni intrattenuta dalla città dagli albori della sua storia all’età arcaica.

SUMMARY – On the basis of literary sources, the foundation date of the city is traditionally placed between late twelfth and mid-eleventh century BC. Nevertheless, in over a century’s research on the site, because of the preeminence of the monumental remains of the Hellenistic and Roman Age, Early Iron Age and archaic leyerls have been investigated to a very limited extent and we have only few and fragmentary data about the earliest phases, documented only by ceramics. Excavations on the northern slopes of the South Hill reached the deepest archaeological layers underlying the imperial domus that occupies the area. New ceramic evidence provides significant chronological data allowing to address the issue of the chronology of the earliest finds in the ancient urban area, dating back at least to the final stage of Late Protogeometric. New ceramics and a review of the data so far known help to shed light on local ceramic handicraft and the commercial networks maintained by the city in its early history until Archaic Period. Continua a leggere

Pubblicato in Camera Marco | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento