Mostra: 1 - 8 di 8 RISULTATI

Le fasi di vita del Teatro di Agrigento a partire dai manufatti ceramici. Alcune considerazioni preliminari

RIASSUNTO – Le indagini effettuate all’interno dell’area del teatro di Agrigento hanno permesso di riportare alla luce una molteplice quantità di materiale, per lo più manufatti ceramici, mediante i quali è stato possibile avanzare alcune ipotesi relative alle diverse fasi di frequentazione dell’edificio teatrale, partendo dall’edificazione dello stesso fino alla rioccupazione dell’area in seguito alla sua defunzionalizzazione.

SUMMARY – The investigations carried out within the theater area of Agrigento allowed to bring to light a multiple quantity of material, mostly ceramic artefacts, through which it was possible to advance hypotheses concerning the different phases of attendance of the theater building, starting from the construction of the same until the reoccupation of the area later its de-functionalization.

Le fortificazioni di Agrigento: lo studio di Porta VI e Porta VII per una nuova proposta interpretativa

RIASSUNTO – La monarchia esercitata da Agatocle in Sicilia tra la fine del IV e l’inizio del III secolo a.C. inserì la Sicilia nell’orizzonte mediterraneo dei regni ellenistici. La riflessione storica e l’osservazione di alcune testimonianze archeologiche rilevano quanto la stagione del basileus sia stata foriera di un modo nuovo di considerare le città come espressione
di potere e ideologia. Partendo da riflessioni sulla poliorcetica e sul contesto storico, il contributo presenta gli esiti di una ricerca condotta sulle fortificazioni di Agrigento proponendo una nuova interpretazione e una ricostruzione teorica dei sistemi di Porta VI e Porta VII, analizzate nell’ambito di una rilettura complessiva dei due impianti alla luce di un
confronto puntuale con le sistemazioni riferibili ad Agatocle del sistema difensivo di Segesta. Il confronto con questo centro e con le opere dovute al monarca presso il Castello Eurialo di Siracusa, e alla Porta nord di Selinunte, le analogie riscontrabili nella disposizione e nel funzionamento di altri sistemi difensivi presenti in Sicilia, Magna Grecia ed Epiro, consentono di proporre una rilettura degli impianti agrigentini che inserisce il sistema difensivo della città nella koinè architettonica che sempre più gli studi riscontrano nell’ambito di un ellenismo di marca occidentale.

SUMMARY – Between the end of the IV and the beginning of III century BC, Agathokles ruled Sicily as monarch and connected the island with the other Hellenistic reigns. Historical considerations and archeological evidences take notice that the basileiameans a new way of considering cities as expressions of power and ideology. Starting from observation about polyorcetics in the historical context, this paper presents the result of a research carried out on the fortifications of Akragas, proposing a new interpretation and a theoretical reconstruction of the systems of Porta VI and Porta VII, analyzed in the context of a complex re-reading of the two gates in the light of a punctual comparison with the arrangements referable to Agathokles of the Segesta defense system. The comparison goes on with the works due to the monarch at the Eurialo Fortress at Syracuse, and at the North Gate of Selinous; moreover similarities are found in the arrangement of other defensive systems in Sicily, Magna Graecia and Epirus. These considerations allow to propose a reinterpretation of the akragantines gates that insert the city’s defensive system into the architectural koinè that recent studies are finding in the context of the Western Greek Hellenism.

Lo scavo del teatro di Agrigento. Dati preliminari

RIASSUNTO – La recente campagna di scavo nell’area del Teatro di Agrigento, effettuata in sinergia con Valentina Cammineci, Concetta Parello e Serena Rizzo, archeologhe presso il Parco della Valle dei Templi, ha portato alla luce
una successione di edifici attraverso la quale è possibile ricostruire la storia della città dalle prime manifestazioni urbane
alle fasi tardo antiche e bizantine. La stratigrafia ha infatti evidenziato almeno tre fasi costruttive distinte che possono
essere datate tra il V e l’inizio del II secolo a.C. per quanto riguarda l’area del teatro e una continuità di vita che arriva fino
ad età bizantina. Le ricerche in questo settore della città si inseriscono all’interno di un quadro più generale di lettura
dell’impianto urbano.
SUMMARY – The recent excavations in the area of the theater of Agrigento, directed by Valentina Cammineci, Concetta
Parello and Serena Rizzo, archaeologists at the Park of the Temple Valley, has brought to light a sequence of buildings
through which it is possible to reconstruct the history of the city, from the first urban manifestations to the late ancient
and Byzantine phases. The stratigraphy has in fact highlighted three distinct construction phases dated between the fifth
century and the beginning of the second century BC. as regards the theater area, and a continuity of life until the Byzantine
Age. Researches in this sector of the city are carried out in the framework of a new general reading of the urban plan.
Parole chiave: Agora, Agrigento, impianto urbano, storia urbana, teatro.
Keywords: Agora, Agrigentum, theater, urban history, urbanism

Laboratori

Le attività di laboratorio sono attività pratiche considerate parte integrante dei corsi di Archeologia e della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici e sono spesso …

Agrigento 2019

Dal contesto di scavo alla digitalizzazione del reperto ceramico L’offerta didattica proposta si inquadra nell’ottica di favorire una fruizione attiva e partecipata dello studio della …